AJ50WF – STEFANO DI BATTISTA & COLOURS JAZZ ENSEMBLE

ANCONA JAZZ 50 WINTER FESTIVAL

Venerdì 1° marzo – Auditorium della Mole – ore 21,30

STEFANO DI BATTISTA & COLOURS JAZZ ENSEMBLE (in esclusiva italiana)

“Omaggio alla Blue Note Records”

Stefano Di Battista, sax alto, sax soprano; Colours Jazz Ensemble: Francesco Lento, Francesco Frattini, trombe; Massimo Morganti, trombone; Pierluigi Bastioli, tuba; Marco Postacchini, sax tenore; Nico Tangherlini, pianoforte; Gabriele Pesaresi, contrabbasso; Massimo Manzi, batteria

Arrangiamenti di Marco Postacchini

Rendere omaggio alla Blue Note significa celebrare non soltanto una delle etichette più importanti del jazz moderno sviluppatosi nel secondo dopoguerra, ma anche e soprattutto un punto di riferimento estetico con il quale ogni musicista jazz, di qualsiasi tendenza stilistica, ha dovuto confrontarsi. Non parliamo poi dei collezionisti e semplici appassionati, nelle cui discoteche private quei mitici 33 giri registrati magnificamente da Rudy Van Gelder continuano ad essere presenti in modo copioso.

Marco Postacchini, colonna storica della Colours Jazz Orchestra, aveva pronti degli arrangiamenti per un nuovo disco da registrare nell’aprile prossimo, e ben volentieri ha accettato di presentare in anteprima il progetto durante l’occasione del cinquantenario. Massimo Morganti ha scelto i musicisti coinvolti, tratti per lo più dalla medesima orchestra, e AJ ha pensato, come solista ospite, ad un musicista importante della scena nazionale ed europea, che finalmente si esibisce per la prima volta nei nostri programmi.

Stefano Di Battista possiede una carriera rilevante, piena di successi artistici e collaborazioni di prestigio. Nato a Roma nel 1969, Stefano si innamora del jazz grazie ai dischi di Art Pepper e Cannonball Adderley, ma soprattutto dopo l’incontro con quello che sarà il suo mentore, il grande e indimenticabile Massimo Urbani. Durante i primi anni d’attività incontra dei jazzisti francesi che lo invitano a Parigi, segnando in tal modo la sua vita privata ed artistica, divisa ormai tra Roma e la capitale francese. Nei primi anni 2000 ha modo di incidere proprio per la Blue Note alcuni album significativi del suo valore, basti pensare all’omonimo, in quartetto con Elvin Jones; a “Parker’s Mood”, dedicato ovviamente a Charlie Parker, con un gruppo comprendente Kenny Barron; a “Trouble Shootin’”, accanto al chitarrista Russell Malone. Se molti sono stati i musicisti italiani con cui ha collaborato, altrettanto numerosi sono risultati i francesi, tra cui i batteristi Aldo Romano e Andre Ceccarelli, i pianisti Jacky Terrasson, Eric Legnini e, soprattutto, Michel Petrucciani, un bassista del valore di Jean-François Jenny Clark. Strumentista amante della bellezza melodica e del lirismo, in grado di procurare emozioni vibranti nell’ascoltatore, Di Battista possiede inoltre un forte senso dello swing che troverà ampio modo di esprimersi in un repertorio che ha segnato la letteratura jazzistica negli anni ’50 e ’60, citiamo “Adam’s Apple” di Wayne Shorter, “Blue Train” di John Coltrane, “Blues Walk” di Lou Donaldson, “Sister Sadie” di Horace Silver, “Stolen Moments” di Oliver Nelson, “Work Song” di Nat Adderley e altri che Postacchini ha opportunamente arrangiato con intelligenza e notevole padronanza del linguaggio.

La festa di Ancona Jazz non poteva che cominciare così, nell’originalità rispettosa della tradizione.

Ingresso:
posto unico 15,00 euro (+ diritti prevendita se online)
Abbonamento alle tre serate del festival 36,00 euro (+ diritti prevendita se online)

Prevendita presso CASA MUSICALE ANCONA Corso Stamira 68 – tel. 071 202588

La sera del concerto la biglietteria in Auditorium è aperta dalle ore 20:00

online: www.vivaticket.it (link diretto “ACQUISTA QUI”)

info@anconajazz.com
www.anconajazz.com
www.marchejazznetwork.it
T +39 347 694 1597
facebook: @anconajazz

Condividi sui social

Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Post Type Selectors
event

Prossimi Eventi